Come viene classificata la segmentazione del mercato

Quando un'azienda offre un prodotto al mercato, deve sapere che tipo di persone richiedono quel particolare prodotto, per sapere a quali clienti rivolgersi. Il tipo di cliente dipenderà da molte variabili come il prezzo del prodotto, le caratteristiche dello stesso o il prestigio del marchio. Per determinare chi ne ha bisogno e comprarlo, le aziende nei loro studi di mercato eseguono una segmentazione del mercato secondo criteri specifici, per classificare i propri clienti. In questo articolo di articolo spiegheremo come viene classificata la segmentazione del mercato.

Foto di origine: impulsandopymes.com

Funzione di segmentazione

La segmentazione del mercato è responsabile della separazione dei clienti o dei potenziali clienti di un prodotto, in base a caratteristiche specifiche, al fine di comprendere meglio gli stimoli a cui questi clienti rispondono e di essere in grado di attuare una strategia di marketing più efficiente. Inoltre, ci aiuta a conoscere meglio la domanda e quali tipi di prodotti possono essere adattati alle tue esigenze.

Lo stesso cliente può appartenere a diversi segmenti . Ad esempio, se dividiamo per età e per reddito, quel cliente può appartenere a una certa fascia d'età ea un certo intervallo di reddito.

Criteri di segmentazione del mercato

Normalmente, nel marketing vengono utilizzati quattro criteri per segmentare la domanda, che sono i seguenti:

  • Criteri oggettivi generali: la domanda è segmentata in base a variabili generali e di base, applicabili all'intera popolazione e che sono obiettive e facilmente misurabili. I più tipici sono il sesso, l'età, il reddito o la regione in cui vivono.
  • Criteri generali soggettivi: la domanda è segmentata in base a variabili generali ma soggettive, quindi non sono così facili da quantificare. Di solito vengono utilizzate variabili riferite alla personalità e allo stile di vita, come autonomia, opinioni, interessi, ecc.
  • Criteri oggettivi specifici: vengono usate variabili molto specifiche, poiché non sono generali per l'intera popolazione (di solito solo per i clienti) e obiettive, quindi non sono difficili da quantificare. Si riferiscono alla lealtà dei consumatori, al loro uso del prodotto o ai luoghi di acquisto.
  • Criteri soggettivi specifici: sono i più difficili da misurare, poiché essendo specifici e soggettivi non sono di solito quantificabili matematicamente e richiedono uno studio più approfondito del mercato. Tendono a segmentare il mercato secondo le attitudini, le preferenze o le percezioni dei consumatori.