Come interpretare la bolletta dell'elettricità

Contratto di accesso, CUPS, kW, potenza contrattuale, ICP ... la bolletta dell'elettricità potrebbe sembrare un geroglifico dell'antico Egitto ma è qualcosa che ogni vicino deve affrontare ogni mese, quindi, perché no? Facciamo le cose più facili? Da .com vogliamo aiutarvi a capire come interpretare la bolletta elettrica passo dopo passo, tenendo conto dei dati di base che devono essere inclusi nella fattura di qualsiasi venditore .

Informazioni personali

Il tuo nome, indirizzo, conto bancario e ID devono sempre apparire, come accade con le tue fatture per altri servizi.

Dettagli di installazione

  • CUPS o Universal Code of the Supply Point: è un codice univoco e serve per identificare un punto di fornitura di energia (gas o elettricità) in Spagna. Inizia con la sequenza ES, più altri 20 caratteri, numeri o lettere. Sarebbe l '"ID" del tuo commercialista.
  • Potenza (in KW) : è la quantità di energia che hai contratto.
  • Contratto di accesso : non è superiore al numero di contratto che il distributore associa alla tua casa o azienda e alle condizioni contrattate (i tuoi dati, la tua tariffa, ecc.).

Informazioni di fatturazione

In questa sezione troverai la data di emissione della tua fattura e il periodo di fatturazione . Il più comune è farlo su base mensile, cioè con una fattura ogni mese o bimestrale, in caso di fatture che includono periodi di 2 mesi.

Tariffa contrattata

2.0A ma ci sono diverse modalità. Dipenderà dal tuo potere contrattuale o dal fatto che tu abbia scelto o meno una discriminazione basata sul tempo.

Qualunque cosa tu abbia contratto, almeno due concetti devono apparire sulla tua bolletta, regolati dalla tariffa che hai scelto e che spieghiamo di seguito.

Costo dell'energia (o termine di potenza)

È un importo fisso sul conto. Questa parte viene raccolta dal marketer per conto della società Distribuidora . Questa compagnia addebita l'utilizzo delle reti elettriche e consente alla luce di raggiungere la propria abitazione. Il prezzo per kW contratto è definito dal governo (viene rivisto ogni tre mesi). Moltiplicandolo per il potere che hai contratto ti darà il costo del Potere di pagare (in euro).

Costo dell'energia (o termine energia)

È la parte variabile della tua fattura. Per calcolare questo costo è necessario moltiplicare il consumo energetico in kWh del prezzo della tariffa in euro per kWh. Ad esempio, se il consumo è di 100 kilowattora (kWh), considerando che il prezzo del kWh è fissato a 0, 1442349 €, il costo sarà di 14, 23 €.

Tassa sull'elettricità

È una tassa che viene raccolta per fornire aiuti all'estrazione del carbone. Si applica alla somma del termine di potenza più il termine energia e viene aggiunto alla base imponibile per il calcolo dell'IVA.

Affitto del contatore

Di solito, il contabile è di proprietà del Distributore. Quindi paghiamo un affitto per questa attrezzatura, il cui ammontare è determinato nel BOE e, generalmente, viene aggiornato ogni anno. Attualmente i prezzi sono di solito € 0, 50 circa. mensile per i contatori analogici e € 0, 80 per i contatori digitali.

IVA

E infine, l'imposta sul valore aggiunto, che nel caso dell'elettricità è del 18%. Sulla base di IVA si applicano TUTTI i concetti di cui sopra (anche l' imposta sull'elettricità ).

Questi sono i concetti base che troverai nella tua bolletta elettrica. Se avete domande su qualcuno di loro non esitate a consultarlo nei commenti di questo post.