Qual è il paese più pericoloso del mondo

Parlare dei paesi più pericolosi del mondo equivale a parlare di politica internazionale e storia dell'umanità. Questa non è una classificazione fissa, ma ogni anno varia a seconda delle guerre e dei conflitti che sorgono e muoiono in tutto il mondo.

Il Global Peace Index è l'indicatore che misura l'insicurezza, le disuguaglianze e i pericoli dei paesi di tutto il mondo e, attraverso il quale, possiamo classificare i paesi più pericolosi del mondo. Come potete vedere qui sotto, questi paesi sono principalmente in Medio Oriente e nell'Africa sub-sahariana. Sebbene il numero di omicidi globali sia diminuito, le vittime dei conflitti armati e del terrorismo sono aumentate. Vuoi sapere qual è il paese più pericoloso del mondo ? Nel seguente articolo li spieghiamo a voi.

Síria

Basta accendere la televisione o aprire un giornale per capire la realtà devastante che sta vivendo in questo paese del Medio Oriente, cosa che negli ultimi anni ha reso la Siria il paese più pericoloso del mondo .

Questo pericolo è dovuto alla guerra iniziata nel 2011, quando le proteste contro il governo di Bashar al-Ássad si sono concluse con una forte repressione. Ma per capire la guerra siriana non possiamo stare con le proteste e la repressione. La realtà è che si tratta di una guerra civile combattuta su larga scala, che coinvolge molti paesi e interessi crociati, che è diventato un conflitto internazionale in cui la lotta al terrorismo e gli interessi economici e geostrategici sono misti e che, per ora, ha già lasciato quasi 400.000 morti tra civili e soldati, sia siriani che stranieri, e milioni di sfollati .

La guerra in Siria, che ha reso questo paese il più pericoloso del mondo, non è solo una grande catastrofe umanitaria, è anche la guerra più letale del XXI secolo.

afghanistan

Nel 2001 i conflitti armati dell'Afghanistan hanno aperto tutte le notizie, in quel momento, lo sguardo di tutto il mondo è stato posto in questo territorio del Medio Oriente. Solo 15 anni dopo sembra che quasi nessuno ricordi la sofferenza di questa popolazione, nonostante il fatto che oggi resti uno dei paesi più pericolosi del mondo.

Guerra, instabilità politica, facile accesso alle armi ed essere un'enclave molto importante per il terrorismo islamico hanno reso l'Afghanistan il secondo paese al mondo ad esportare più rifugiati.

Inoltre, l'Afghanistan è considerato dagli osservatori internazionali come il paese più pericoloso per le donne . Non solo il conflitto e i bombardamenti costanti, che mettono in pericolo la vita di tutto il mondo, le pratiche politiche e religiose, così come la cultura dello stupro, rendono l'Afghanistan un posto impossibile per le donne per condurre una vita piena . In effetti, non è strano che coloro che vogliono condurre una vita piena, assumendo ruoli pubblici come giornalisti siano soggetti a intimidazioni, violenze e persino omicidi.

Sudan del Sud

Nel 2013, due anni dopo la sua indipendenza, il vicepresidente del Sud Sudan ha tentato un colpo di stato nel paese appena creato. Questo scontro, che è etnico piuttosto che politico, ha dato il via a una guerra che continua ancora oggi e che ha lasciato più di 50.000 morti e circa 2 milioni di sfollati.

Ma non sono solo i proiettili che fanno del Sud Sudan uno dei paesi più pericolosi del mondo, ma la carestia sta devastando anche le persone di questo paese. Il problema è questo: quasi il 50% della popolazione può mangiare solo con gli aiuti umanitari, aiuti che non arrivano perché chiusi da più di 2 anni. Infatti, da quando è iniziato il conflitto armato, quasi un centinaio di operatori umanitari hanno perso la vita in questo paese.

Guerra, fame e violenza sessuale, questo paese africano vive le violazioni come una vera piaga. A Juba, la capitale, è dove si trova uno dei più grandi campi profughi e, secondo le stime delle Nazioni Unite, oltre il 70% delle donne che vivono lì è stato stuprato .

Iraq

L'Iraq è stato localizzato nei primi posti di questa triste classifica per anni, infatti, nel 2008 era considerato il paese più pericoloso del mondo. Tutto questo, in seguito all'invasione americana e alla successiva guerra iniziata nel 2003, da cui sono morte oltre 850.000 persone .

La guerra si è conclusa ufficialmente nel 2011, tuttavia, l'Iraq rimane uno dei paesi in cui la guerra ha lasciato più devastazione. Sebbene la guerra sia finita, i conflitti che sono ancora presenti nella società irachena e l' instabilità politica ed economica della regione non sono finiti.

A tutto ciò dobbiamo aggiungere il boom dello Stato islamico, che si è espanso nell'area lasciando una scia di sangue e polvere da sparo, causando importanti scontri in città come Tikrit o Mosul.

Somalia

In Somalia c'è una guerra permanente dal 1991 e l'instabilità politica risale a più di mezzo secolo. Come in quasi tutti i conflitti, le vittime principali sono bambini e donne, che ricevono i frutti di una violenza inusuale e incomprensibile.

La violenza che esiste in questo paese africano è estrema e incontrollata, è un'area tagliata in cui ogni area è dominata da un guerrigliero o un signore della guerra. Inoltre, come si è visto anche in altri paesi in questa lista, l'instabilità crea il terreno fertile perfetto per il terrorismo internazionale per fare il suo torbido lavoro e lo ha reso uno dei paesi più pericolosi al mondo per viaggiare.